30.6.06

Il link del Sangkheum Center

beh..
fino a qualche giorno fa funzionava, giuro! cascasse una pannocchia che funzionava! ;-)

Sono nella via dei bar, abbastanza alticcio dopo le birre gratis del warehouse.. Aspetto l'Argentina al mondiale, forse me la vedo a casa perché ho cambiato stanza ed ora ho anche la tv via cavo. 7 dollá (cosí lo pronunciano qui), ho anche visto il tg2. Ho cambiato immediatamente.

Volevo mangiare stasera ma mangiare da solo è veramente dura, non lo auguro a nessuno di sedersi in un ristorante da soli.. Non è come andare al cinema: in questo caso o si è ricchioni o si è soli.
A proposito di ricchioni, ed in special modo di quelli soli, qui accanto a me c'è il gestore dell'internet point che sta cliccando "refresh" sullo schermo accanto al mio.. Gli ho chiesto cosa stesse facendo, mi ha risposto "I am looking at you...". Per Diana! Che icona gay.. ;-) Considerando che sono stato fermato per strada, mentre me ne andavo via dalla zona turistica per trovare un carretto khmer dove mangiare del fried rice with vegetables, da quel ragazzo che mi aveva invitato a fare un giro in barca la settimana scorsa, al west baray. Anche quello ricchione perso, si chiama Chai ed è stato tutto il tempo a fissarmi mentre mangiavo fried yellow noodles with pork (nel tragitto ho cambiato idea). Almeno parla Inglis.

È dura fare festa quando sei solo, aspettavo Kim ma non è venuto, lo stesso Kim che ieri mi ha sconfitto a Risiko, il massimo della vita per un giovedì sera.. Non vorrei arrivare al tresette o alla scala 40, ma la via è quella... E devo dire che anche io non è che abbia tanta voglia di fare dopo una lunga giornata di lavoro. Oggi sono andato in giro in motorino con Phal An (per gli amici solo An, e già mi ha detto che sono suo amico) a cercare un nuovo ufficio, sembrava di andare in giro con Moretti per la Garbatella, in mezzo al fango, chiacchierando con gente davvero unica, difficilmente fotografabile però.. Forse ne abbiamo trovata una in mezzo ad una risaia, An mi ha detto che se voglio posso andare a vivere al piano di sopra, prendere una donna delle pulizie/cuoca (qui si usa, ma a me che ancora mi lavo i calzini nel lavandino mi sembra sempre schiavismo) che sottostia alla mia insindacabile volontà nazi in tutto e per tutto (quindi anche leccate di spigoli e mutilazioni: questa è per pochi...). Insomma, ho risposto ad An che per quanto mi potesse allettare l'idea di poter mutilare una donna di servizio a mio piacimento preferivo ancora stare nella guesthouse, almeno lì qualche personaggio sfizioso si incontra.. Oggi Bana (un tizio della guesthouse che mi adora perché gli ho fatto passare il mal di denti con due Aulin) era stordito perché sono arrivate un paio di fichette, una col piercing al labbro (mi ricorda qualcosa...) e una rastarella. Due fiche mosce, insomma... Lui, appena se ne sono andate, è venuto da me come un 13enne a raccontarmi (in khmer) le sue emozioni per aver vissuto quest'esperienza con loro (servirle da mangiare). Magari le ribecco e ce lo faccio parlare, chissà se mi erigerà un tempio a mio onore...

A parte tutto, il pork si sta facendo sentire, quindi mi sa che devo abbandonarvi in direzione cesso. Poi tra un minuto inizia l'Argentina e la vostra amicizia vale molto meno. No, vabbè, dai, scherzo...

Grazie per leggermi, vi sento davvero vicini.

*L*

1 comment:

Valerio Schiavoni said...

ho come l'impressione che il clima cambogiano sia migrato in terre mediterranee grazie alle tue parole...mmm...ah no, fa veramente un caldo della madonna anche qui!

certo, ci evitiamo il fango, ma abbiamo dell'ottima umidità al 90% servita gratuita