4.9.06

A grande richiesta

Venghino venghino, sioressiori.. Via che si riparte! Si riparte come e' ripartito Giuseppe, direttore di Progetto Continenti per visionare mille cose tra cui il lavoro del sottoscritto, si riparte come il lavoro che da oggi non e' piu' lo stesso, essendo stato assegnato anche ad un altro (mini) progetto.
Si parla di seta, di commercio equo e solidale, di commercio e smercio equino ed io essendo cavallo goloso non posso che accettare ogni proposta a riguardo.
Prendo tutto esattamente come faccio da quando sono partito, vedo che le cose cambiano, che le porte si aprono, che i segreti vengono a galla. E riemerge sempre qualcosa che conosco, che gia' ho vissuto e che quindi sono stato in grado di presagire.
Mi fa male lo stomaco, qui inizia a fare caldo serio. Ustioni. Istrioni. Istrici ed ombrelloni.
Giuseppe e' contento, Luigi e' contento, Daniela e' contenta, io sono io e me la rido. Le storie di quartiere sono le storie di vita, la formazione alla tragedia umana e'dovnque la stessa che quasi quasi non serve viaggiare, basterebbe non fermarsi, non soffermarsi sulle cose, rimanere sempre leggeri anche dopo una cena all'unico ristorante tedesco di Siem Reap. Tocca cambiare ma io non cambio mai, sempre questa voglia di provare, gustare il nuovo che anche se fa schifo ha sempre un sapore nuovo. Quando trovavo il puffo in gelateria mi emozionavo, in ogni posto era diverso, quel gusto unico dalle mille sfaccettature, un po' Puffetta ed un po' Quattrocchi, il Grande Puffo e l'onnipresente Bombolo. Ci si porta il proprio bagaglio dietro proprio perche' alla fine serve tirare sempre fuori qualcosa, qui tutti si curano preoccupati con preoccupanti medicine italiane ed io vado avanti ad acqua, i Placebo non mi piacciono ma l'effetto e' tutto da vivere.

Mi chiedono cosa faro' al mio compleanno. Restero' solo perche' solo sono. E' arrivata Marta e le parlo spesso del blog, di come spesso me lo scriva in testa quando vivo le cose, le frasi ad effetto che puntualmente scompaiono una volta davanti alla tastiera. Un po' come i numeri di telefono delle ragazze carine, quelle che ti piacciono davvero.
Marta non ha letto il blog per non essere condizionata nelle sue impressioni. Apprezzo.
Marta e' felice anche se sorride sempre poco. Ha un prezzo.
Marta ha costantemente mal di stomaco ed io sorrido perche' so quello che si prova. A pezzi.

Marta domani inizia a lavorare e so che e' emozionata. Che pazza.

Andra' tutto bene anche se andra' tutto male, il gusto Puffo ha comunque il suo magico sapore.

L'improvvisata su Messenger mi ha riportato davvero a casa, le diverse vite italiane dei miei cari amici che assumono lo stesso vecchio sapore, pero' nuovo. Come il Puffo fatto dalla gelateria che non conosci ancora, quella in cui ti portera' Manolo in Vespa.

A grande richiesta ritorno, mi siete mancati ma in queste settimane non sono stato in grado di muovermi dal letto dopo le 9 di sera. Vecchio, sapore nuovo.

*L*

5 comments:

Anonymous said...

Si, forse ho capito finalmente che cos'è che ci accomuna tra tante differenze. E' quella strana sensazione di piacere che si prova quando si riesce a prendere la vita per cio che è, quando si accetta il corso delle cose anche contro i proprio piani, "controcorrente come i salmoni" (era così giusto?), quando sai che tutto andrà bene anche se tutto andrà male. Perchè in fondo l'importante è "che" qualcosa vada non "come"; l'importante è esserci in mezzo a questa vita che scorre, provare a dare le proprie bracciate ma, soprattutto, alla fine riderne di gusto.

Flashing

Anonymous said...

Forse è poco che sei partito (o forse è tanto: il tempo è troppo poco quantificabile!!!), ma San Paolo si è riempita di gelaterie..e nessuna ha il gusto Puffo, solo artificiose, pompose e pompate varianti dello stesso sapore di base. Io il gusto Puffo l'ho trovato nel cielo delle mie vacanze di quest'estate: sempre quell'azzurro, anche con le nuvole sopra..e comunque sempre un sapore diverso!Il segreto è lì..vivere nell'onda del divenire e tu lo sai bene!Puff-baci Vale

Anonymous said...

welcome back
(°!°)

Virus - L' Amico di Fregno said...

AUTOSCUOLA AUTOPUGLIA. STOP.

manda tutto ad albanese. credimi. manda.

http://www.youtube.com/watch?v=kCUmQycT4k0

Virus Aiz e lo saiz.

Lo'Re said...

Domani Istanbul.
Scusa l'uso privatistico del mezzo privato.
Ben tornato per te.
Ben allontanato per me.