14.9.06

Day after

Come i migliori capodanni, il compleanno ha lasciato rifiuti che sono stati spazzati via dalla impellenza della vita del giorno dopo. Sabrina è finalmente partita e la mia vita ha imboccato una via nuova: niente più ulcera ogni volta che sento la sua voce lamentosa, non la sentirò più per svariato tempo e forse la prossima volta sarò magari anche felice. Magari. Le ultime due settimane è stata male tutte le sere, nausea e insonnia, lacrime e isterie varie. Insopportabile per uno che invece in queste ultime settimane ha riempito un secchio di sudore, fatica vera, poco tempo materiale per respirare.. Anche insonnia, ma dovuta ai report e ai planning e a tutte le altre minchiate che devo compilare con cadenza periodica.
Marta dice che scrivo il blog perché mi voglio sentire apprezzato da persone che già mi apprezzano, rassicurato, senza questa protezione non farei nulla, o qualcosa del genere.. Sinceramente ho già rimosso, sono così sicuro ultimamente che tutto mi scivola addosso, pure questi sterili commenti dovuti probabilmente ad altre faccende personali che non mi riguardano. E' difficile stare soli e Marta lo sta toccando con mano. Fine. Sorriso.
:-)
Mi sento forte perché sento di lavorare bene e ultimamente ho avuto anche qualche successo tangibile. Ad esempio sono riuscito a modificare il progetto e ad aumentare i beneficiari, un taglia e cuci all'italiana (ma con grande senso etico) che speriamo la UE accolga di buon grado.

Oggi meeting di tre ore col capo del distretto, che si è personalmente complimentato per la maniera con cui il progetto viene sviluppato ("PC è la migliore ong con cui ho lavorato"... maledetto lecchino, mi illude dicendo di amarmi ma io lo so che tanto lo dice a tutte.. Sono una donna, non sono una santa, e questa casa non è un albergo!). Pomeriggio al nuovo progetto, il Silk Laboratory (quindi se volete fare qualche ordine vi mando il catalogo), dove ho fatto un lavaggio del cervello alla operosa Sophorn, manager del posto che non riesce però a farsi valere con lo staff.. Ho parlato esattamente come Luigi ha fatto in questi 3 mesi con me, è stato facile convincerla delle mie ragioni..
Euforia professionale, insomma. Ma il lavoro non è tutto, anzi è poco per me, forse qui però rappresenta un ottimo passatempo.

Mettete dei fiori nei vostri cannoni - I Giganti

Splendide telefonate ricevute ieri. Alcune preventivate, altre totalmente a sorpresa. Tutte con il filo conduttore del "sono 3 mesi che stai là, ma non sarà ora di tornare?! .... ma che stai bene davvero?"
Bah.. oggi in moto canticchiavo (ultimamente lo faccio spesso) sotto secchi d'acqua (oggi faceva particolarmente male e mi sono dovuto fermare ad un certo punto della strada; lì ho incontrato Nin, 8 anni ed una bicicletta enorme che trasporta il fratellino Phea, 3. Entrambi terrorizzati di passarmi davanti per andare a casa... Sono dovuto ripartire per farli rincasare, la madre stava sulla porta col mattarello... Mattarello... si, e magari pure i bigodini ed un balcone!) e ci pensavo. Forse non sto bene al 100%, ma sto meglio di Roma e questo mi basta al momento. Quando non starò più bene abbastanza prendo un volo e torno, o mi sposto. Facile. Ma difficile arrivare a questa facilità. Mica me l'ha ordinato il dottore. Mica me l'ha ordinato il caporale. E che se quello salta dal burrone ci vai pure tu? Chi va con lo zoppo impara a zoppicare, chi va con la Zoppas impara a risciacquare. Chi va all'Ariston impara a cantare. Lallalalaaallllaalallalaaaaaa.
Canto qualsiasi cosa, canto che mi passa. Qualche giorno mi è uscito dalla bocca qualche verso di Renato Zero, ho dovuto accostare e schiaffeggiarmi per riprendermi dallo shock.

Oggi Barang, Agricultural expert, ha messo sotto un cane mentre andavamo in ufficio a Soutnikum. Impossibile non prenderlo. Innocente. Firmato Santi&Licheri. Muschi&Licheni. Tundra&Taiga. A&L.
Gli è passato sopra e l'ha praticamente diviso a metà, pelle intatta ma interno smaciullèto. Macello, smascello, sono l'unico col cuore in gola nel sentire quel povero esserino rantolare, cercare, implorare aiuto da parte di quegli esseri umani che ha servito con amore e che lo hanno tradito proprio nel momento del bisogno.. Tutti fermi impalati nel vederlo trasalire, un sadico spettacolo che loro contemplavano freddamente, nessun sentimento (ma nemmeno pentimento, come sappiamo). Lo spazzeranno via, o lo daranno in pasto a qualche montone d'acqua. Fine.Ripartito, ho pensato a come sarebbe la fine della mia vita qui, se facessi un incidente mortale per strada ad esempio. Secondo me accadrebbe esattamente lo stesso, mi guarderebbero freddamente rantolare, cercare, implorare aiuto da parte di quegli esseri umani che ho servito con amore. Muori e basta. E fai presto che ho lasciato il carretto senza nessuno. Ti contempliamo perché questo sarà l'evento della settimana ma non muoviamo un dito. Anzi facciamo che sei l'evento del mese perché sei bianco.

Iddyo pater, finirò così. Forse invece no. Un paracadute che non si apre, uno squalo, Mike Tyson.. Un vaso dal balcone, un fulmine, una meteora (pure lo stesso Morbelli), un meteorologo, un urologo... Un orgasmo!Ma non se po' fa' niente per almeno un po'?!
I testicoli che intanto si consumano, l'Italia che mi porto dentro.. Le corna, le suore, le colonne e le scale (anche mobili). Su e giù. Come se fosse antani.


*L*

9 comments:

Valerio Schiavoni said...

>A&L.
ci incuriosisci :)

>Un paracadute che non si apre

quel giorno la monetina t'ha salvato..ma non ti salverà per sempre

>Mike Tyson

ma lo sai che il pilota dell'aereo si chiamava proprio Michele Tasso ? :-|

>uno squalo
che te lo dico a fa...il gruppo di aviazione era detto 'flying sharks'...
sarà una coincidenza?

Anonymous said...

beh ecco...io ho deciso di festeggiare il tuo compleanno ieri con i tuoi amici...ti ho festeggiato..l'ho pensato ma nn l'ho detto...
la cena era buona..hanno apprezzato...e oggi ho ancora i postumi alcolici...e neanke qsto ho detto...ma me li sento addosso

Anonymous said...

Come se fosse antani, certo...oppure come se non aprendosi un paracadute uno non scoprisse le sue carte e il punto gli rimanesse in mano...possibile? possibile sì, anzi reale tanto reale che quello che rimane ci è sotto gli occhi. Proprio come le scale (reali) che le sali e le scendi ma non ti curi mai di loro, povere scale...ma che ci avranno mai fatto ste scale?...che poi arriva la fine, forse, e dici "però carine ste scale, le ho sempre salite e scese, sopra e sotto, avanti e indietro, ma non mele sono mai giocate fino in fondo, ste scale..."

Flashing

Paura delle ambascıate Usa said...

İnshallah
Se dıo vuole,appunto, domanı sto ın sırıa.
ınshallah cı vedıamo a natale allora.

Payo said...

Hai tirato fuori pure Morbelli, mi scappa la pipì insomma..domani suona dal vivo alle Tre Fontane, imperdibile! Spero ti siano arrivati i miei auguri via mail..Payo.

Anonymous said...

PIACH!!!
PS:Se ti ricapita Renatone in bocca...mi preoccupo davero!

Pappa King said...

Ispettore Tombale.. con fuochi fatui... sono qui per reclamere i diritti di D&G, che si sentono lesi per l'avanzamento del progetto Silk Laboratory: solo loro possono sfruttare i Bambini in cambogia. Cochi e Renato invece continuano a stimare e a reclamare i diritti naturali dei Pleibbois. Intanto il DucaConte Semensara, non fa "semenze" e lavora me mantenere te e famiglia. La Calabria mi offre asilo e il tarapia tapioco ha perso i contatti con la supercazzola prematurata. La vita è una ratto che fugge, Lo squalo non ha amici. E se andiamoa lal festa di Miriam è robba de pippe e bocchini. Papà, mi hanno fregato il pallono!! Eh ti paréva!!

Well, its one for the money,
Two for the show,
Three to get ready,
Now go, cat, go.

But dont you step on my blue suede shoes.
You can do anything but lay off of my blue suede shoes.

Well, you can knock me down,
Step in my face,
Slander my name
All over the place.

Do anything that you want to do, but uh-uh,
Honey, lay off of my shoes
Dont you step on my blue suede shoes.
You can do anything but lay off of my blue suede shoes.

You can burn my house,
Steal my car,
Drink my liquor
From an old fruitjar.

Do anything that you want to do, but uh-uh,
Honey, lay off of my shoes
Dont you step on my blue suede shoes.
You can do anything but lay off of my blue suede shoes.


Mi sono comprato un completodi velluto grigio, e uno grigio tipo rpincipe di galles inc hiave moderna, adesso volgio divorziare dalla famiglia reale, riomnere incinto di un ricco eriditiere islamico, ed essere ucciso dais ervizi segreti.
Lo sai che differenza c'è tre lady D e e lo champagne? Nessuna: tutte e due escono dalla francia dentro una cassa. E quel'è l'ultima cosa che le è passata per la testa? il radiatore della mercedes. Humor Cambogiano.

You can do anything but lay off of my blue suede shoes.

antaniosi said...

il nostro post del day after....è decisamente migliore :) :)
e vedo che anche qui..si hanno estimatori di antani.
http://lavocediantani.blogspot.com

blindate!

Luca said...

minchia.
pure lo spam..

;-)

*