21.11.06

Forfora

Ultimamente mi sta tornando in testa la forfora.
Sarà la presenza di Alpha, sarà il buco dell'azoto, le breccole sulla cute aumentano esattamente come i giorni al mio ritorno diminuiscono.
La città e la vita romana mi aspettano e con esse anche la fastidiosa sensazione del Natale sulla propria testa, forfora densa, fitta, quella che qualsiasi pubblicitario della Clear vorrebbe ricreare sul bellicapelli di turno. Prima e dopo la cura, io sono l'esatto contrario.

Questa settimana è volata come le altre ma niente di quello che ho fatto e prodotto ha avuto un reale senso, l'idea che tra 10 giorni lascerò Siem Reap, forse per sempre (perché se non è lavoro, ma chi ce torna), affossa qualsiasi tipo di pensiero che vada oltre venerdì primo dicembre.
Pianificavo il lavoro per febbraio/marzo ed invece mi vedo costretto a ritornare per mancanza di accordi contrattuali con la sede centrale. Non guadagnare abbastanza soldi per sopravvivere in Cambogia e stare sempre a guardare le mille lire (anagramma di Riel, moneta locale) per arrivare alla fine del mese mi fa sentire come un kalabrese a San Lorenzo o al Prenestino, uno che vive con gli spicci in tasca e ha fatto i voti a Santa Soppressata Piperita da Lamezia per non spenderli, MAI.

E' frustrante, davanti al piatto orizzionte cambogiano, che tende a infinito se ci si concentra bene, vedo ora un muro bello alto: giorno dopo giorno cresce, sarà completato per il mio ultimo giorno di lavoro, così dice il capo cantiere.. I cambogiani lavorano forte e tanto, la manodopera a basso costo vale ma solo per i costruttori. Il muro viene su bene, bello, liscio, stile khmer, quello che vogliono gli occidentali.. "Fa così Asia!"
Quel muro lo salterò con disinvoltura perché uso Olio Quore ma... per andare dove? E perché? E se sì, chi? Barrare la crocetta corrispondente.

Prima che cambiassero le cose tornavo in Italia felice di farlo, tornavo in Italia felice perché sapevo di ripartire dopo 2 settimane.
E ora cosa penso? SOno ancora felice di tornare? Sì, sì sì, come no. Tanto poi riparto, santa Soppressata Piperita mi guiderà verso nuove e mirabolanti avventure, con fitte lancinanti allo stomaco. Forse ancora la Cambogia: sì, sì sì, come no.

Oggi giornata splendida, sole caldo e secco, cielo azzurro e secco, fango rosso e secco. Mucche secche, galline secche, bufali d'acqua secchi, secchi d'acqua per farli sentire a loro agio, cacche secche, mosche frustrate. Pelle secca, bocca secca, Rocca Secca. Cute secca. Polvere, la forfora della nostra amica Terra.

Ultimamente ho la sensazione di essere a giugno agli ultimi giorni di scuola... Il lassismo più totale, si pensa solo al mare, si guardano fuori dalla finestra le rondini (ancora.. ma fossi ricchione davvero?!) magari c'è pure buco in ultima ora e poi si va col trenino a Ostia, magari nsi svicola al Plinius senza pagare, dalla spiaggia libera accanto.

Da piccolo volevo fare il veterinario per poter curare le tartarughe. Luca tartaruga.

Abbasso il WWF.

*L*

5 comments:

Anonymous said...

Da piccolo il destino già ti aveva dato dei segni: tu davi l'insalata alle tartarughe e nel frattempo qualcuno (°o°) ti tirava secchiate d'acqua dall'alto in modalità monsonico-cambogiana...forse pure Flashing ricorda...
Comunque ora tartarughe e muri lasciali stare: qui è già pronta ad accoglierti la neve finta che fa tanto santonatale pure se sono 30 gradi e soprattutto fa tanto "Forfora potente"...
V
PS:Ho letto la vecchia risposta che mi hai postato :) Volo in latino nel senso che VOGLIO e sai cosa voglio e VOLO in italiano senza Fabio Volo né ali ma come sai. Vola qui tu piuttosto, visto che già VOLI!

Barcoll'ore ma non mollo said...

Le breccole fanno parte di noi, delle nostre teste, figlie dello stress, cugine dei tempimoderni e madre natura.
Ho capito che non hai certezze sul domani, ma quello che sicuramnete sarà il tuo eroe preferito diceva:"non può piovere per sempre".
E poi per esperienza diretta il natale a 40 gradi, non è natale. Capodanno con chi vuoi.
Nemmeno a dirlo,tornando ora, se vai al baretto, ti puoi godere tutte le discusioni(volutamente senza doppia, come maghina, guera, bira,etc,etc.)sui Sette a Zeri col Catania e odore de scudetto.
An other brick in the wall.
Ho avuto la febbre e la gola secca per giorni, meglio che avere la gola profonda.
D'altronde siamo figli delle stelle e pronipoti di sua maestà il denaro.
Adoro i panda e chi li difende.
Resistere,resistere,resistere.

Anonymous said...

Sei bravo a scalare muri, l'abbiamo visto, anche quelli alti e belli lisci.......ma lassia perde'......come dice spot kinder cereali: non sai mai che c'è dietro! E poi, come hai imparato, ma chi te lo fa fa??? Ma per andare dove??? Tutta fatica sprecata.......

:)

Big Boss Man - olo il Figlio del Vigile Urbano said...

Ma che cristo dici? Abbasso il WWF? Ma come? Noi che ci siamo cresciuti dentro? Noi che ci abbiamo buttato prima le monete da 200 e poi quelle da 500 lire, proprio tu, brute, mi rinneghi il WWF?

World Wrestling Federation

Mi parli di tartarughe, ma dov'è finito Jimmy Snooka Superfly? Coco Bewear? Big Boos Man? E' prorpio vero, certe esperienze sono deleterie.
Torna torna, che poi "prendi sprrranga /oh questi sono scieni che non vorremmo mai vederi / Butta la pasta / Non fa mali. Lui dice: non fa mali."

WWF forever.


Cmq se voi c'è casa mia da finì, se voi rimanè nell'edilizia.


un saluto al nostro caro Dan.

Anonymous said...

ti consiglio www.stopallaforfora.it