25.2.07

Lacrime

oggi sono triste.
oggi ho pianto per i miei cari lontani.
mentre scrivo piango, ancora.
più scrivo e più piango.

concludo.

*L*
_____
quanto sei grande roma quann'è 'r tramonto
quanno l'arancia rosseggia ancora sui sette colli
e le finestre so' tanti occhi che te sembrano di'
quanto sei bella
_____






















23 comments:

Anonymous said...

Sei un emerito bastardo...l'ultima foto non la dovevi mettere. Sei riuscito a farmi venire la tachicardia.

Anonymous said...

"Non conobbi legami. Allo sbaraglio, andai.
A godimenti, ora reali e ora
turbinanti nell'anima,
andai, dentro la notte illuminata.
Mi abbeverai dei più gagliardi vini,
quali bevono i prodi del piacere."
C. K.

Ritrova i gagliardi vini e lasciati convincere dal piacere di una vita diversa e nuova, anche se piena di ostacoli e nostalgia. Conservando nel cuore il conforto di un Cupolone che è sempre lì ad aspettarti e pronto a riabbracciarti in tutta la sua santa bellezza.
Tu rimani sempre un Prode (lontano da Prodi e dalle beghe contemporanee anche meglio!;-P)

red_inside said...

Concordo con la prima anonima:

Sei un emerito bastardo...l'ultima foto non la dovevi mettere.

E ora piango anche io.

Sufi said...

Aspettavo un nuovo post da una settimana, da quando il tuo amico mi ha fatto praticamente diventare "readtoluca addicted". All'inizio ho pensato "eh no Luca, che sono queste poche righe!" e invece... sarà che nonostante i km che mi separano da casa siano molti meno di quelli che separano te da Roma, ho passato un weekend a piagnucolare e ad ingoiare chili di nostalgia e malinconia, fatto sta che anche questa volta la visita al tuo blog è stato un piccolo respiro di emozioni forti. Non piangere.
Paola

Anonymous said...

Caro Red inside, per quale motivo dovrei essere un anonimA e non un anonimO?
...che viziaccio quello di attribuire la sensibilità solamente alle donne!

Anonymous said...

Oh, ma che è? una sindrome che ci sta contagiando tutti/e, una valle di lacrime e di nostalgia che se ne sbatte delle nostre giovani età ancora fiere e spavalde, delle nostre sfavillanti ambizioni per trattenerci, per ricordarci che ogni volta che scegliamo di Andare inevitabilmente scegliamo di Lasciare anche le cose e le persone che amiamo di più...struggente, ma emozionante. Ora mi commuovo ancora di più nello scoprire che non piango da sola. E per questo ringrazio tutti, di cuore.
...va bene lo stesso anche se non sono di Roma Capoccia?;-P

Un bacio,
E.

valerio said...

Piangi Luca, ma solo quel che serve.

Io ci sarò, sempre.

Anonymous said...

Pianti, isterismi di gruppo e nostalgia. Carrambate, dichiarazioni varie e tachicardia(?). Roma capoccia Prodi e transgender online, partire ora o non partire mai?


Io direi che gli ingredienti per fare concorrenza spietata ai migliori programmi di raiuno o canalecinque qui dentro ci sono tutti...

Buona visione...

Anonymous said...

Caro anonimo, ricorda che quello che critichi nella vita è lo specchio di ciò che hai dentro e che rifiuti. Forse tutti abbiamo una Maria De Filippi dentro, e forse a volte le lacrime è meglio lasciarle scorrere pittusto che ingoiarle: lasciar loro lustrare gli occhi o lasciare che ristagnino dentro, questa è la scelta.
Vai Lu, che ora coi tuoi occhioni brillanti non ti ferma più nessuno!
Io sto sempre lì
V

Anonymous said...

Mi associo in tutto e per tutto a V., come sempre.
Povero anonimo, che non riesce a liberarsi dallo snobistica polemica trita e ritrita, vero e unico sottoprodotto della cultura televisiva più trash.
Mi dispiace per te, che non riesci più a distinguere finzione e realtà, la realtà dei sentimenti e delle empatie, dell'entusiasmo e del rispetto per gli altri e per la problematica esistenza di ognuno di noi.
Intendi, mi piace un po' di pepe nella dialettica, ma così sembra veleno gratuito che vuole contaminare lacrime sincere.
E su, non riesci a fare di meglio per sfogare l'invidia e la stizza verso un Luca omaggiato e incoraggiato?

E.

Anonymous said...

luca le lacrime fanno schiarire gli occhi! sarai piu attraente.. :)

io pure sto piangendo tanto.....

Anonymous said...

Sensazionale e sbalorditivo!!!

In esclusiva su

CINICO TV
(dove si scherza si ride si chiacchiera e si piange e per ultimo si polemizza roventemente, non siamo secondi a nessuno)

sono tornati i LucaBoyz!!!

Gente incazzata nera, gente pronta a menare le parole, gente che se gli tocchi Luchino (o meglio le loro proiezioni emozionali sul blog di Luchino) ti fanno a pezzi. Sono gli ultras, i pretoriani e i talebani del libero spazio di internet, insomma i custodi dell’ortodossia blogghiana.

“Ora è il tempo di piangere. Che si pianga! Ora e tutti!
Boia chi ride.
Piangere! E piangeremo!”

Intanto l’anonimo/tafano se la ride…qualcosa che si muove comunque c’è…certo non ancora del tutto preparato alle critiche, all’ironia e alle domande fastidiose…però è qualcosa di vivo come il profondo affetto che ci lega a chi ci permette di scrivere qui sopra.

(Pianti finali e applausi)

Pubblicità

PS Ma V sta per vendetta?

Anonymous said...

X IL CINICO TV:
No: V sta per "Vaffanculo"

Anonymous said...

ah ah ah ah
che ridere.......
qui troviamo un cinico cristallizzato nello stereotipo della persona acculturata che rifugge sentimenti e malinconie per dimostrare alla fine di essere solo invidioso di non un aver un suo "fanzclab" che lo osanna qualsi cosa faccia o dica......
un/a V melonconicamente templare del "santo luca" che con la spada tratta è pronto a difendere chiunque a lui si avvicini. Disposto a lanciarsi in pubblici insulti....solo perchè un cinico si è guardato allo specchio!
E intanto....
.....intanto....
mentre qui si insulta, si difende, si fa finta di piangere (perchè ormai "fa tanto fico") ma comunque si sta tutti con le "chiappe al caldo di casa"......

intanto...

qualcuno agisce!!!!!!

Natoil4marzo said...

Cazzo, ma non state perdendo di vista il punto focale? Scusate il Cazzo. Ed ora non polemizzate sul fatto che avrei potuto esclamare figa, so'de Roma.
Non vi si può lasciare qualche giorno da soli, che vi tirate i capelli.
Qui serve la sua voce.
"Ma che cos'è quel nodo in gola
Che mi assale che cos'è
Sei qui con me
E questa assurda solitudine perché
Ma che cos'è se per gli aironi
Il volo è sempre libertà
Perché per noi
Invece c'è qualcosa dentro che non va
Che non va
Nostalgia, nostalgia canaglia
Che ti prende proprio quando non vuoi
Ti ritrovi con un cuore di paglia
E un incendio che non spegni mai
Nostalgia, nostalgia canaglia
Di una strada, di un amico, di un bar
Di un paese che sogna e che sbaglia
Ma se chiedi poi tutto ti da
Chissà perché si gira il mondo
Per capire un po' di più
Sempre di più, tu vai lontano
E perdi un po' di ciò che sei
E poi perché un'avventura
è bella solo per metà
Mentre si va, quel dolce tarlo
All'improvviso tornerà, tornerà
Nostalgia, nostalgia canaglia
Che ti prende proprio quando non vuoi
Ti ritrovi con un cuore di paglia
E un incendio che non spegni mai
Nostalgia, nostalgia canaglia
Di una strada, di un amico, di un bar
Di un paese che sogna e che sbaglia
Ma se chiedi poi tutto ti da
Nostalgia, nostalgia canaglia
Che ti prende proprio quando non vuoi
Ti ritrovi con un cuore di paglia
E un incendio che non spegni mai
Nostalgia, nostalgia canaglia
Di una strada, di un amico, di un bar
Di un paese che sogna e che sbaglia"

ALBANO è il mio sindaco

Bee said...

Dall' ultima foto
Ti vedo un po' cambogiano...

Anonymous said...

Bentornati su CINICO TV

Prima della professoressina Sotutto, un pò saccente e sicura di se, superattiva e sedicente superpartes e prima del grande Albano (che puntata quest'oggi!!!) i LucaBoyz ci hanno dato un assaggio del loro repertorio: la parolaccia in diretta (vel'avevo detto che erano dei duri!)

Rimanete ancora con noi perchè non finisce mica qui: continueranno a stupirci con il megarutto roboante e la scoreggia rumorosa e puzzolente insieme!!!

Vi aspetto

Anonymous said...

Siamo spiacenti, ma per motivi di ordine pubblico, la programmazione di CINICO TV è stata sospesa. Si è riscontrato infatti che il tentativo di criptare la verità col velo di Maya della scurrilità e della bassezza risulti in realtà uno "specchietto per gli allocchi". Temendo dunque che alcuni di essi possano ricevere degli stimoli cerebrali, diventando così un pubblico pericolo, ci vediamo costretti ad adottare suddetto provvedimento fino a data da destinarsi.

Cato Philippus Mariae

valerio said...

can ca minin
can ca minin
spazza camin
allegro e felice
pensieri non ho

Luca said...

ah, gia', il mio blog...
molte cose sono successe da quella brutta brutta domenica, le lacrime passeggiere, se fosse stato per voi commentatori, sarebbero dovute diventare un torrente.
Non limitiamo lo spazio illimitato di questo blog a piccoli battibecchi da quartierino, continuiamo a sorridere perche' quella e' la via. No?

Grazie a tutti per volermi davvero bene, anche alla new entry Sufi.. Fosse fica?!

:-)

*

Sufi said...

Grazie del benvenuto Luca... ma di certo alla domanda non posso rispondere io! Pensa che qualcuno voleva chiamarti venerdì notte e avresti sentito anche la mia voce, ma poi... sarà per un'altra volta. Comunque immagino gli impegni, ma sii più costante con questo blog che hai visto cosa si crea se ti assenti un attimo :)
Mi raccomando fai visita a me e alle mia amiche gatte (www.legattediviaplinio.blogspot.com).
Take care.

Nato a Serpentara said...

E' un tipo...
Aspetto ancora una risposta, e visto che in pvt sei ancora latitante, te lo ricordo in pubblico.
Viva le risse di quartiere, il mio è sempre stato tra i più cafoni.
Ma te che ne sai, mezzo frocio de Laurentina.
Attacco al potere.

Anonymous said...

Nato a Serpentara, sapevo che eri forte...ma poi chi è sto luca?